Appena rilasciate le credenziali di accesso, il vostro ambiente non contiene i vostri dati anagrafici, che saranno utilizzati come dati di intestazione per i vari output documentali e fiscali. Vediamo di seguito quali sono i punti fondamentali per la compilazione e le accortezze da seguire:

Attraverso la voce "Configurazione \ Informazioni organizzazione" cominciate dai dati societari: compilate tutti i campi, con l'accortezza di indicare p.iva e codice fiscale privi della nazione davanti, in quanto va appunto specificata la nazione. La correttezza di questi dati è fondamentale importanza: saranno utilizzati anche per costituire il"Cedente/Prestatore" della fattura elettronica.

Passate poi al "Rappresentante fiscale". Questi dati saranno richiamati da alcuni adempimenti fiscali: se gli adempimenti fiscali sono demandati al vs consulente fiscale, questa parte può essere rimandata in futuro.

Nei Parametri IVA va indica la vostra periodicità IVA (Mensile o Trimestrale) . Si consiglia attenzione in questa codifica in quanto questo valore, una volta salvato, non può essere modificato dall'utente. Una volta impostato, si consiglia la generazione dei periodi con il relativo bottone. Sarà in questa la form utile al riporto del credito iva di fine anno precedente.

Nella page Tracciati banca vanno indicati valori utilizzati nella realizzazione dei tracciati scadenze per home banking. 

Stampe: in questa page va caricato il logo della vostra azienda, per dettagli, vedere il seguente articolo: La stampa dei documenti.

Questa page offre inoltre l'opportunità di settare alcune scelte quali: Visualizzare il codice cliente in stampa documenti (ordini, spedizioni, fatture), creare, in caso di utilizzo spedizione diretta dal fornitore al cliente, la riga di riferimenti ddt, 

* Riportare nel lay out di stampa di ordini, spedizioni, fattureil codice cliente 

* Generare nella fattura cliente, in caso di evasione ordini clienti con spedizione diretta da fornitore a cliente, la riga con riferimento con il seguente formato: "Merce consegnata in nostro conto da [fornitore] con [numero documento] del [data documento]

* riportare nelle stampe documenti ciclo attivo e passivo il nome del prodotto in stampa

* riportare nelle stampe documenti ciclo attivo e passivo la descrizione del prodotto in stampa

A tal proposito, si ricorda che la generazione del tracciato della fattura elettronica prevede il concatenamento di codice, nome e descrizione del prodotto. Per omogeneità, si consiglia di impostare a "si" entrambi i valori.

Alla page Varie: riportare come sequenza libro giornale, andando in ricerca, la omonima sequenza. Troviamo definito il magazzino principale, con possibilità di modifica futura. Abbiamo l'opportunità di personalizzare l'interfaccia con la codifica di un logo aziendale.

Il formato visualizzazione prodotti avrà effetto nei punti del servizio dove vi è una esposizione concatenata, come ad esempio all'interno delle righe documento. Vi è la possibilità quindi di costruire la visualizzazione a piacimento.

Il raggruppa per destinazione ha influenza nella generazione delle fatture della procedura "Fatturazione massiva". Se flaggato, permetterà di creare una rottura di fatturazione per destinazione diversa. Sull'argomento segnaliamo anche l'articolo: I criteri di accorpamento fattura

Configurazione Anticipi: è in questo punto che vanno indicati il tipo documento fattura del ciclo attivo con il quale generare una fattura di anticipo da incasso ricevuto; il tipo documento fattura del ciclo passivo con il quale eventualmente generare una fattura di anticipo da pagamento effettuato, e soprattutto il prodotto, che dovrà essere opportunamente creato e collegato al relativo conto patrimoniale del piano dei conti, per la generazione automatica delle fatture. Approfondimenti all'articolo: Configurazione gestione anticipi.

La configurazione conti di default vede la dichiarazione dei conti contabili che il servizio utilizzerà per la generazione delle relativa scritture contabili dai normali automatismi. La form di norma è già compilata con piano dei conti già precaricato. Non è richiesto alcun vostro intervento. Per informazioni sul piano dei conti vedasi articolo: Il piano dei conti.

Addebito bollo in fattura: la form detta le indicazioni per due differenti scopi sul tema: 

a) determinare ilvalore di soglia e l'importo del bollo (valori da imputare in base alle norme vigenti) che sarà applicato in modo automatico alle fatture elettroniche, in caso di superamento soglia e adozione di una aliquota di esenzione iva che abbia specificato l'addebito del bollo. 

b) dichiarare il prodotto e il tipo di aliquota iva da utilizzarsi per l'aggiunta in fattura cliente, al completamento della stessa, della rivalsa di tale spesa bolli nella fattura del cliente, qualora la configurazione del business partner lo preveda. 

Per maggiori dettagli vedere articolo: Rivalsa imposta di bollo

Nella Configurazione Elenchi riepilogativi Intrastat vanno codificati i dati aziendali che saranno ripresi nella compilazione del frontespizio. 

Nella Configurazione parametri fatturazione elettronica vanno indicati i dati ricevuti dall'attivazione dell'omonimo servizio di 2csolution, oltre alla mail di chi si occupa della fatturazione che sarà così tempestivamente avvisato in caso di notifiche di scarto/errore. Per maggiori dettagli vedere articolo: Configurazione connettore FE.

Nb.- il presente articolo è stato redatto sulla base versione 4.2.04

Hai trovato la risposta?