La particolarità della struttura del file di importazione documenti, è la presenza di due fogli: un foglio per i dati di testa, e un foglio per i dati delle righe. Testa e righe sono legati indissolubilmente dal numero documento.

Al fine di creare correttamente un tracciato di import documenti, è fondamentale conoscere alcune regole di campo:

- se il nome del campo è per esempio “Codice [Termini di pagamento]” vorrà dire che la colonna del mio file sarà popolata con il campo codice della tabella dei Termini di pagamento.

- se il nome del campo è per esempio “Nome [Spedizioniere]” vorrà dire che la colonna del mio file sarà popolata con il campo Nome della tabella Spedizionieri.

- alcuni campi sono ovviamente liberi: Numero, Data, Riferimento, ma vincolati dal formato testo.

- altri necessitano di una decodifica che riportiamo di seguito:

Tabella decodifica "regole di pagamento"

Tabella decodifica "tipo riga"

Tabella decodifica "porto"

Tabella decodifica "causali trasporto"

NB, la colonna tipo riga, se presente deve essere tutta valorizzata. Se non presente la colonna, sarà preso come default il tipo riga “Articolo”.

Si ricorda nuovamente che nel tracciato, campi Rossi sono chiavi obbligatorie, campi Blu sono semplicemente obbligatori. Per alcuni altri esiste la regola del default, stessa da interfaccia.

Raccomandazioni:

Il file può essere creato in formato xls o xlsx (excel);

celle contenenti numero: devono essere formattate come testo. Se non correttamente formattate nel vostro file di excel, vi potrebbe succedere che le partite iva e/o i cap, perdano gli zeri iniziali, gli importi con la virgola perdono la virgola in import, o essere trasformati in valori leggermente diversi.

Riportiamo di seguito l’immagine di un esempio tipo (minimo ma sufficiente) di dati del foglio di testa documento:

Dati di esempio di righe documento:

Hai trovato la risposta?