Tra le forme di pagamento usuali troviamo la emissione delle riba e la emissione delle RID (Sdd). Tali forme permettono di inviare al cliente, attraverso gli istituti di credito, nel primo caso un avviso di pagamento e nel secondo un prelievo diretto della somma dovuta a fronte di una autorizzazione ricevuta. Come somme dovute si fa riferimento a quanto scaturisce dal processo di fatturazione ovviamente.

Con la presentazione della distinta in banca, (oggi completamente telematica attraverso importazione in home banking), l’azienda potrà ottenere anche un accredito immediato in caso di apertura di fido, ed in ogni caso l’accredito a scadenza degli importi pagati dai clienti.

In entrambi i casi, (RIBA o SDD) la generazione del flusso telematico si effettua attraverso la funzione presente nel menù “Vendite \ Portafoglio effetti”. Con la stessa funzione si otterranno anche le contabilizzazioni automatiche di delle operazioni riferite a :

· Presentazione effetti

· Maturazione effetti

· Insoluti eventuali

Attività propedeutiche alla emissione distinta effetti

Va ricordato che per ottenere effetti da presentare, è necessario che preventivamente si siano effettuate le corrette impostazioni di seguito riepilogate.

La configurazione del Business Partner: nel business partner va compilato il foglio "Banca Cliente", inserendo in esso i dati della banca del cliente e apponendo il flag nel campo "Conto per Ri.Ba." o in alternativa il flag di “Conto per Sdd” con codice mandato e data inizio mandato.
Inoltre, è necessario controllare che l'indirizzo del Business Partner sia completo (con anche di CAP).

Consigliabile, ma non indispensabile, che in anagrafica sia definito anche l’opportuna regola di pagamento che sarà riproposta nei documenti di vendita.

La fattura di vendita: è il documento che genera le scadenze da presentare. È quindi fondamentale che regola di pagamento e termini di pagamento della fattura siano impostati al fine di generare le rate di scadenza, in quanto in fase di emissione effetti, non saranno visibili scadenze di tipo rimessa diretta, bonifico, ecc.

operazioni riferite a :

· Presentazione effetti

· Maturazione effetti

· Insoluti eventuali

Attività propedeutiche alla emissione distinta effetti

Va ricordato che per ottenere effetti da presentare, è necessario che preventivamente si siano effettuate le corrette impostazioni di seguito riepilogate.

La configurazione del Business Partner: nel business partner va compilato il foglio "Banca Cliente", inserendo in esso i dati della banca del cliente e apponendo il flag nel campo "Conto per Ri.Ba." o in alternativa il flag di “Conto per Sdd” con codice mandato e data inizio mandato.
Inoltre, è necessario controllare che l'indirizzo del Business Partner sia completo (con anche di CAP).

Consigliabile, ma non indispensabile, che in anagrafica sia definito anche l’opportuna regola di pagamento che sarà riproposta nei documenti di vendita.

La fattura di vendita: è il documento che genera le scadenze da presentare. È quindi fondamentale che regola di pagamento e termini di pagamento della fattura siano impostati al fine di generare le rate di scadenza, in quanto in fase di emissione effetti, non saranno visibili scadenze di tipo rimessa diretta, bonifico, ecc.

A questo punto siamo pronti ad accedere alla form consultazione e inserimento nuove distinte:

Come consultare le distinte effetti:

In caso di consultazione la form va letta come da esempio a seguire:

1.- Icona da utilizzarsi per visualizzare le scritture contabili associate alla distinta

2.- Icona da utilizzarsi per eliminare la distinta. Non appare in caso di distinte già maturate o parzialmente maturate; in questi casi si rende necessario eliminare prima le scritture da saldaconto.

3.- Icona utile alla consultazione degli effetti presenti, per portare a maturazione e registrare insoluti

4.- Con questa icona si effettua il download del flusso (file da importare successivamente in home banking)

Effetto.- può essere Ri.Ba. o Sdd (ex Rid).

Stato.- può essere Presentato; Parzialmente maturato o Maturato.

Presentazione.- corrisponde alla data di presentazione.

Importo.- Importo totale distinta

Maturato.- importo già maturato della distinta

Distinta.- nome da attribuirsi alla distinta

Banca.- la banca dove la stessa è stata appoggiata.

È possibile andare in ricerca di un effetto presente nelle distinte o di una distinta attraverso ulteriori filtri presenti nella maschera: ricerca per testo, per business partner, per stato della distinta, per tipologia di pagamento; per banca di presentazione, data scadenza e data maturazione. Una volta impostato il filtro di ricerca, aggiornare la vista con il bottone “Aggiorna Dati”

Come emettere una distinta effetti:

Usare il bottone “Nuovo portafoglio” per creare una nuova distinta.

La creazione di una nuova distinta si presenta sotto forma di procedura guidata, “wizard”, in 3 step

1° step.- Tipo e Banca:

2° step.- Selezione fatture:

3° step.- Conferma:

Una volta confermata una distinta, attraverso l’apposito bottone di download sarà possibile scaricare il file.

Come contabilizzare una distinta effetti:

Altresì, sarà possibile registrare la maturazione effetti, per gli effetti selezionati, o ancora gli insoluti relativi con il bottone dedicato.

NB.- l’operazione di emissione di una distinta, genera automaticamente la scrittura contabile che chiude la scheda contabile del cliente (in avere) a favore del conto “Crediti vs clienti – Ri.Ba. presentate” (in dare) definito all’interno dei parametri della banca.

L’operazione di maturazione effetti, effettuerà una scrittura che vede in dare il c/c della banca e in avere il conto aperto in fase di presentazione distinta.

Di seguito alcuni video di esempio:

Hai trovato la risposta?