Il salda conto, presente nel menù Contabilità, è lo strumento principe per la registrazione di tutte le operazioni che interessano business partner o banche.

Il salda conto infatti, rappresenta l’estratto conto di banche reali, l’estratto conto di carte di credito, la prima nota cassa, ma anche “banche fittizie” che potranno servire ad operazioni contabili necessarie quali ad esempio compensazioni.

Per fare in modo che il saldo del salda conto di una banca rappresenti sempre il saldo della scheda contabile relativa, ogni movimento banca deve essere inserito dal salda conto, o altresì da incassi e pagamenti registrati dalla singola fattura o dal portafoglio effetti. Per questo motivo, l’inserimento di movimenti contabili che interessino l’estratto conto di una banca da prima nota sono sconsigliati, con relativo avviso in interfaccia all’utente.

Di seguito descritta la form del salda conto:

  1. Elenco con il quale scegliere una delle “banche configurate” con la quale operare. Per sapere come configurare una banca si veda il seguente articolo.

  2. Data dalla quale visualizzare i movimenti nella parte centrale, modificabile a piacere. All’ingresso della form in automatico viene impostato l’inizio del mese corrente.

  3. Data fino alla quale visualizzare i movimenti nella parte centrale, modificabile a piacere. All’ingresso della form in automatico viene impostato la fine del mese corrente.

  4. Nel campo Tipo è possibile selezionare quale tipo di movimento filtrare per la visualizzazione nella parte centrale.

  5. Il campo Business partner permette si filtrare inseriti movimenti relativi allo stesso.

  6. Rappresentazione di saldo iniziale e saldo finale.

  7. Il bottone aggiorna va usato per aggiornare la vista dei movimenti in base alle selezioni di filtro, anche dopo l’aggiunta di movimenti per aggiornare la visualizzazione.

  8. Con il bottone + viene aperta la form per registrare incassi e pagamenti con selezione singola o massiva. Permette di fare massivamente registrazioni singole o registrazioni “a diversi”.

  9. Permette di eliminare il movimento sul quale ci si è posizionati.

  10. Permette di creare un interessante export in Excel delle movimentazioni, utile a controlli.

  11. Elenco delle “Altre registrazioni” possibili oltre agli incassi e pagamenti.

In particolare, relativamente all'elenco delle Altre registrazioni:

F24: permette di registrare in modo veloce il pagamento di F24 grazie ad una form con conti già raccordati.

Girofondi: da utilizzare per tutti i movimenti che interessano 2 “banche”. Va usata ad esempio anche per il versamento da cassa a banca, o viceversa per il prelevamento. Permette anche movimentazioni con banca configurata in valuta.

Anticipi cliente: serve a registrare un incasso di un cliente, quando ancora non è stata emessa la relativa fattura. Per maggiori dettagli vedere link.

Anticipi fornitore: come sopra.

Spese tenuta conto: modalità molto veloce per registrare addebiti di spesa in estratto conto.

Altro: funzione con la quale si andrà ad aprire la form di prima nota (dopo aver indicato i dati salienti del movimento sotto il punto di vista dell'estratto conto banca), dove la prima riga, relativa alla banca sarà già valorizzata in base all’importo e al segno (entrata o uscita) dichiarato. Serve per registrazioni quali pagamento affitto, pagamento rata di finanziamento, pagamento stipendi, ecc. NB.- al fine di velocizzare l’operatività, una volta effettuata la prima registrazione, essa può essere memorizzata come modello, per essere richiamata ai successivi. Ovviamente, dovrà esserci un modello per ogni banca.

Questo articolo è stato stilato con alla versione 5.1.01

Hai trovato la risposta?