La funzione di incassi e pagamenti è stata recentemente completamente rivista rispetto a versioni precedenti, fornendo una grande accelerazione operativa.

Di seguito andiamo a descrivere, per aree circoscritte della form, l’impiego dei vari campi:

nella parte cerchiata di giallo troviamo l’area di filtro delle scadenze che dobbiamo andare a incassare/pagare.

Nella zona cerchiata di verde andremo a lavorare sull’allocazione totale o parziale della quota che si va a saldare.

Nella zona blu si potrà optare se effettuare tante singole registrazioni singole, o una sola registrazione di più scadenze a fronte di una unica contropartita in banca/cassa.

Cerchiato in rosso il bottone di conferma operazione.

Non cerchiato, ma non per questo da non menzionare, il link veloce per tornare alla form di Salda Conto.

Come meglio effettuare le selezioni scadenze?

Nel riquadro giallo prima di effettuare selezioni dobbiamo decidere perché selezioniamo: per registrare incassi (in verde) o registrare pagamenti (in rosso). Agire quindi prima di tutto sul radio buttom al fine di effettuare una selezione per pagamenti scadenze di fornitori e di note credito clienti. Al contrario, per gli incassi, si potranno selezionare scadenze relative alle fatture clienti e alle note credito fornitori.

È possibile fare una selezione per un unico Business Partner oppure filtrare per data scadenza e data fattura. Di default la form si presenta data scadenza filtrata fino ad oggi (in taluni casi si rende necessario togliere il filtro) e fatture fino ad oggi.

Ovviamente il default sulla valuta è EUR, in caso di incassi e pagamenti con altre valute fatta la opportuna selezione.

È inoltre possibile fare dei filtri per tipo pagamento: bonifici? Riba? Ecc.

E sui termini di pagamento.

La ripartizione degli importi, alcuni esempi pratici:

Se avessimo ricevuto un bonifico di acconto di € 10.000 da un nostro cliente, a fronte di una miriade di fatture, dopo ovviamente aver filtrato le scadenze per questo cliente, andando ad indicare l’importo in alto e premendo il bottone blu “ripartisci importo” otterremo in automatico la selezione delle scadenze e parte dell’ultima fino alla corretta allocazione in un attimo e senza ricorrere alla calcolatrice!

Se da un cliente riceviamo un acconto di € 150: semplicemente indicando l’importo nel campo “importo allocato” la scadenza sarà selezionata.

Man mano che si selezionano le scadenze, in alto l’utente ha una indicazione di quante sono state le scadenze filtrate nel passaggio precedente, e di esse, quante sono state selezionate e l’importo allocato.

Opzione “Registrazione a diversi” a cosa serve?

Questa opzione permetterà di ottenere un effetto completamente differente alle registrazioni. In caso di selezioni di più scadenze, se non selezionata, si otterranno tante singole scritture con contropartita la banca. Se selezionata, si otterrà una unica riga in banca, con contropartita le varie scadenze.

Alcuni esempi di impiego:

  • Nel caso di unico addebito in banca per ritiro effetti fornitori;

  • Nel caso di incasso e/o pagamento di più scadenze (comprese note di credito) allo stesso cliente/fornitore.

Con il bottone “Conferma” si accederà alla form successiva:

Nella quale abbiamo le seguenti opzioni prima di dare il “completa” dell’operazione contabile definitivo.

Conto bancario: abbiamo la possibilità di scegliere quale conto banca (cassa, conto corrente, carta di credito) sarà la contro partita delle nostre registrazioni in corso. Attenzione, viene proposto in automatico se ho inizializzato la form dal salda conto.

Data registrazione: qui indicare la data desiderata.

Importo spese: indicare le spese operazione, ad esempio le commissioni per il bonifico bancario.

Descrizione: vi è la possibilità di inserire una descrizione del movimento.

F.C.: che sta per “Forza Chiusura”, riferito alla scadenza selezionata, se selezionato, farà creare la chiusura della scadenza con rilevazione in automatico dell’arrotondamento attivo o passivo.

Premere quindi il bottone “Completa” per registrare definitivamente il movimento.

Una rassicurazione: un eventuale movimento errato, dal salda conto, potrà essere corretto nella data, nella descrizione. In caso di errata selezione delle scadenze, potrà essere eliminato attraverso il bottone del cestino da Salda Conto e quindi rifatto!

Hai trovato la risposta?