Requisito fondamentale per ottenere il calcolo delle provvigioni, è che le fatture abbiano indicato nella testa il rappresentante. Il rappresentante normalmente viene ereditato dall’anagrafica del cliente, o meglio ancora dall’ordine che ha generato la fattura. Può essere altresì indicato manualmente, o variato rispetto la proposta, documento per documento.

Ricordiamo, che per essere identificato dal sistema come rappresentante, un soggetto deve essere indicato come contatto di un business partner definito come “fornitore” e a sua volta come “rappresentante”.

Di conseguenza, una volta che ho la certezza di avere delle fatture clienti, con rappresentante definito in testata, posso procedere al calcolo delle provvigioni.

Caratteristica molto positiva di Starty ERP è che il piano provvigionale di un agente può essere definito anche dopo aver effettuato le vendite.

Per contro, allo stato attuale, se una fattura è già stata inviata come fattura elettronica, non sarà possibile variare l’agente.

Come effettuare il calcolo delle provvigioni:

Attraverso la funzione Provvigioni, presente nel menù Contabilità, sono possibili una serie di azioni:

definire diversi schemi provvigionali, associare ad uno schema uno o più rappresentanti, effettuare il calcolo (in caso di più agenti per schema, il sistema proporrà il calcolo un agente alla volta) rettificare le proposte di calcolo e salvare il calcolo provvigionale.

Come definire uno schema provvigionale:

Si prenda a titolo di esempio l’immagine sopra riportata. Una volta definito il nome dello schema si dovrà:

1.- definire se le provvigioni saranno calcolate sulle fatture tutte, o al contrario sulle fatture pagate, o ancora sugli ordini.

2.- definire la periodicità del calcolo (mensile, trimestrale, ecc)

3.- impostare la valuta (euro)

4.- (Non obbligatorio) definire il prodotto di acquisto del servizio delle provvigioni che sarà usato nel caso vogliate generare la fattura fornitore da questa form. (scarsamente usato).

Si passa quindi alle condizioni di calcolo. È possibile definire delle condizioni per categoria prodotto, per singolo prodotto, per categoria business partner o singolo business partner.

Sarà quindi necessario definire

5.- un nome alla condizione

6.- una percentuale da calcolare

7.- eventuale prodotto

8.- eventuale categoria prodotto

9.- eventuale business partner

10.- o in alternativa, eventuale gruppo business partner

11.- importante: definire l’importo minimo riga su cui calcolare le provvigioni

12.- definire quantità minima su cui calcolare le provvigioni

Una volta definito lo schema, va associato nella page agenti, almeno un agente. A questo punto è possibile generare il calcolo, agente per agente, attraverso l’azione (punto 13 dell’immagine) del calcolo.

Come effettuare il calcolo:

Nella form che si presenta, indicare nel campo data per la ricerca documenti con provvigione nel periodo una data qualsiasi all’interno del periodo. Ad esempio, se devo calcolare le provvigioni di aprile, indicare 01.04.20XX.

A questo punto, cliccando su “Cerca” otterrete il calcolo per ogni riga documento filtrato, con possibilità di modificare a piacere percentuale, che ricalcolerà l’importo, o l’importo.

Infine, selezionare le righe da salvare come calcolo provvigionale prima di cliccare su “Salva periodo” e memorizzare quindi il periodo con totale provvigioni, e usare il bottone con il simbolo di Excel per ottenere il download del calcolo.

NB.- anche per consultare i calcoli precedenti, sarà necessario lanciare il calcolo, un rappresentante alla volta.

Hai trovato la risposta?