La fattura elettronica, oltre ai dati minimi richiesti dall'Agenzia delle Entrare, può contenere molti altri dati che possono assumere, a seconda delle diverse realtà e delle configurazioni dei sistemi aziendali, significati differenti.

Il percorso di digitalizzazione richiede infatti accordi tra le parti (talvolta imposti dall'acquirente sul cedente) affinché tali dati vengano valorizzati e assumano significati precisi utili ad una automatica importazione nel sistema.

Facciamo riferimento in questo articolo in particolare al blocco di valori riferimento 2.2.1.16 <AltriDatiGestionali>, ed in particolare a:

2.2.1.16.1 <TipoDato> - Codice che identifica la tipologia di informazione.

2.2.1.16.2 <RiferimentoTesto> - Elemento informativo in cui inserire un valore alfanumerico riferito alla tipologia di informazione di cui all'elemento informativo 2.2.1.16.1

2.2.1.16.3 <RiferimentoNumero> - Elemento informativo in cui inserire un valore numerico riferito alla tipologia di informazione di cui all'elemento informativo 2.2.1.16.1

2.2.1.16.4 <RiferimentoData> - Elemento informativo in cui inserire una data riferita alla tipologia di informazione di cui all'elemento informativo 2.2.1.16.1

Per permettere una valorizzazione veloce di tali valori, in casi di fatture con molteplici righe, è stata introdotta dalla versione 5.1.02 una nuova azione, visibile solo in fattura in stato bozza, che permette di popolare in tutte le righe del documento in modo veloce tali dati.

L'azione prevede anche la rimozione automatica di tuti i valori in tutte le righe, in caso di errore.

Nel caso sia necessario esporre valori differenti nelle varie righe della fattura, sarà necessario agire manualmente.

Come di consueto la visualizzazione in elenco di tali dati e la visualizzazione in gestione può richiedere la personalizazione dell'interfaccia per l'esposizione in colonna e in form di tali valori.

I bottoni evidenziati vi permetteranno di esporre i valori di riferimento per il vostro caso.

Hai trovato la risposta?