In base a quanto stabilito con l'entrata in vigore del decreto fiscale 193/2016 collegato alla Legge di Bilancio, a partire dal 1° gennaio 2017, i contribuenti soggetti IVA, sono obbligati ad inviare all'Agenzia delle Entrate la Comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA.

Il modello si compone di frontespizio e quadro VP. Nel frontespizio vanno indicati l’anno cui la comunicazione si riferisce, il codice fiscale e la partita Iva del contribuente, il codice fiscale del dichiarante se diverso dal contribuente e i dati relativi all’impegno alla trasmissione telematica. Starty popolerà in automatico il frontespizio con i dati rilevabili da precedenti comunicazioni oppure, in loro assenza, con quanto riportato nelle informazioni organizzazione. Eventuali dati mancanti vanno compilati manualmente.
Il quadro VP contiene invece i dati relativi alla liquidazione (ammontare operazioni attive e passive, Iva esigibile, Iva detratta, Iva dovuta o a credito, debiti o crediti del periodo precedente, versamenti auto Ue, crediti di imposta, interessi trimestrali, acconti e Iva da versare o a credito) e deve invece essere compilato per ogni liquidazione periodica. Ne consegue che:

  • I contribuenti che effettuano la liquidazione mensile, devono compilare un'unica comunicazione contenente un modulo per ciascun mese del trimestre (ad esempio, un modulo VP per gennaio, un altro per febbraio e ancora uno per marzo).
  • I contribuenti che effettuano la liquidazione trimestrale, devono invece compilare un unico modulo VP per l’intero trimestre.

Tramite un'apposita procedura di estrazione dati, Starty consente la compilazione della Comunicazione Liquidazioni Periodiche IVA e la generazione del file XML da trasmettere telematicamente.
Si raccomanda di verificare attentamente le informazioni contenute nella Comunicazione in quanto la responsabilità di quanto dichiarato resta totalmente a carico dell'utente.

Per poter avviare la procedura di estrazione dei dati per la compilazione della comunicazione, è necessario aver stampato:

  • tutti i registri iva mensili o trimestrali del trimestre da comunicare (almeno in modalità test)
  • la liquidazione iva trimestrale o le 3 liquidazioni iva mensili del trimestre da comunicare (almeno in modalità test)

Tutti i registri e tutte le liquidazioni contenuti nella stessa comunicazione devono trovarsi nel medesimo stato (tutti stampati in modalità "test" oppure tutti stampati in modalità "confermata"). Non sarà possibile generare una comunicazione contenente tipologie di stampa "miste"

La procedura segnalerà la presenza di eventuali modifiche apportate ai documenti dopo la stampa dei registri e delle liquidazioni e sarà quindi necessario procedere nuovamente alla stampa prima di poter avviare la procedura di generazione della comunicazione.

AVVIO PROCEDURA: COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE

Dal menu Contabilità selezionare Comunicazione Liquidazioni Periodiche e cliccare su "Nuova dichiarazione"
Starty popolerà in automatico le sezioni di intestazione con i dati rilevabili da precedenti comunicazioni oppure, in loro assenza, con quanto riportato nelle informazioni organizzazione. Iniziare a compilare le informazioni mancanti, verificando quelle proposte in modo automatico. In particolare:
Anno: scegliere l'anno d'imposta
Trimestre: scegliere il trimestre per il quale si sta producendo la comunicazione

Dopo aver salvato i dati inseriti nel frontespizio, si potrà passare alla

  • Generazione automatica dei moduli VP

Il modello della Comunicazione Liquidazioni Periodiche IVA, prevede la valorizzazione dei campi VP2 Totale operazioni attive (al netto dell'IVA) e VP3 Totale operazioni passive (al netto dell'IVA). 

In particolare nei righi “Totale Operazioni Attive” e “Totale Operazioni Passive” viene indicata da Starty la somma di tutti gli imponibili risultanti dai registri iva del periodo. 

Il programma non detrae in automatico gli imponibili delle operazioni da escludere, derivanti per esempio: da Autofatture, o da Reverse Charge, o da operazioni di integrazione fatture di acquisto Cee, o dall’ Escluso Art.15, o dal Fuori Campo IVA… oppure imponibili derivanti da altre casistiche comunicate dal commercialista, pertanto bisognerà impostare dei criteri di esclusione al fine di avere gli importi imponibili corretti. 

Consigliamo di verificare con i vs consulenti fiscali/commercialista quali casistiche rientrano nei criteri di esclusione

Quindi, prima di procedere con la generazione dei Moduli, è necessario popolare i

  • Criteri di Esclusione da Imponibile.

Cliccare sul pulsante

Cliccare sull’icona 

e popolare l’elenco dei singoli criteri di esclusione

Descrizione dei campi:

Documenti: solo Vendite, o solo Acquisti oppure nessuna selezione.

Il programma estrae le operazioni di sola vendita, o di solo acquisto, oppure tutte le operazioni.

Tipo documento: è possibile selezionare un tipo documento.

Aliquota: è possibile selezionare una Aliquota Iva.

Escludi da Operazioni Attive (VP2): selezione.

Escludi da Operazioni Passive (VP3): selezione.

 Salva  

 Ripristina

 Elimina

 Qui di seguito ne riportiamo un esempio:

 Esempio Criteri di esclusione da Imponibile:

 

NOTA: potrebbero sussistere casistiche in cui si rendano necessarie regole diversificate per la stessa Aliquota IVA. Per esempio il caso dell’ Aliquota FCI i cui imponibili devono essere estratti rispettivamente per i soli Acquisti dal Totale Operazioni Passive (VP3) e per le sole Vendite dal Totale Operazioni Attive (VP2)

In questo caso è necessario  inserire due righe di criterio.

I Criteri di Esclusione, una volta impostati, verranno ereditati e proposti nella prima Comunicazione, nelle successive, ed applicati alla Generazione Moduli.

Sarà comunque possibile modificare, aggiungere ed affinare i Criteri di Esclusione per ognuna delle nuove Comunicazioni da elaborare.

Dopo aver popolato i Criteri di Esclusione, è necessario generare i Moduli. 

  • GENERAZIONE MODULI:

Dopo aver letto e confermato l'apposito messaggio:

Starty popolerà automaticamente, in base alla periodicità IVA indicata nelle informazioni organizzazione:
n° 1 modulo VP in caso di contribuenti trimestrali
n° 3 moduli VP in caso di contribuenti mensili
Ciascun modulo va controllato ed integrato con le informazioni mancanti.
Quindi cliccare su "Dettagli" e completare ad uno ad uno i moduli contenuti nella comunicazione.

Le informazioni legate ad eventuali debiti periodo precedente inferiori a Euro 25,82 oppure crediti periodi precedenti, crediti d'imposta, versamenti auto UE non sono desumibili dalle liquidazioni periodiche elaborate su Starty e quindi vanno inserite manualmente negli appositi righi evidenziati di colore rosso.

  • Controllo operazioni escluse

Al termine della Generazione Moduli (vedi paragrafo successivo), è possibile procedere al controllo delle Operazioni Escluse attraverso la finestra di elenco cliccando sul pulsante Documenti esclusi da Imponibile.

 

Cliccando sul pulsante 

selezionare dal menu a tendina il Modulo di interesse.

Verranno elencate le singole operazioni Escluse.

Per ognuno dei documenti in elenco è disponibile il Link per aprire il documento stesso e controllarlo. 

ELIMINARE LE OPERAZIONI ESCLUSE:

Da questa finestra, è possibile eliminare documenti estratti dalle regole impostate in precedenza.

 

Cliccando sull’ icona cestino, 

la procedura avvisa che successivamente alla cancellazione della riga, sarà necessario ricalcolare i valori del modulo VP.

 

 

RICALCOLO MODULO VP:

Cliccando sul pulsante Ricalcola modulo VP 

viene visualizzato il seguente messaggio. Per procedere cliccare su OK.

 STAMPA OPERAZIONI ESCLUSE:

Al fine di un ulteriore controllo, e’ stata implementata la Stampa di riepilogo dei dati (già presente nel precedente rilascio) con anche l’elenco delle operazioni escluse.

Dopo aver completato tutte le informazioni necessarie ed aver controllato i dati inseriti, salvare ciascun modulo

e tornare alla pagina del frontespizio.
Per confermare l'intera Comunicazione cliccare su:

a questo punto sarà possibile generare il file XML da trasmettere telematicamente e stampare in PDF un riepilogo dei dati inseriti cliccando sull'icona di stampa.

CASO PARTICOLARE: inserimento delle esclusioni dopo aver già generato i moduli.
In questo caso, prima di procedere alle modifiche, consigliamo di stampare il PDF della comunicazione (al fine di tenere nota di eventuali crediti gestiti manualmente in precedenza su ogni singolo modulo).
Successivamente sarà necessario popolare i criteri di esclusione seguendo il paragrafo dedicato nella presente guida e procedere nuovamente con la generazione moduli.

Hai trovato la risposta?