Posso presentarsi due casi:

  1. Compensazione fattura e nota di credito il cui saldo va a zero;
  2. Compensazione fattura e nota di credito il cui saldo è diverso da zero.

1. Compensazione fattura e nota di credito il cui saldo va a zero

Ipotizziamo di avere una fattura fornitore per un totale documento di € 1.220,00 e
 una nota di credito fornitore per un totale documento di € 1.220,00.

Per effettuare la compensazione, è necessario aver creato una banca "COMPENSAZIONI (C.TO TRANSITORIO)" e nel campo Banca della contabilità indicare il conto "901035 Banca c/Transitorio". In Estratto conto della banca "COMPENSAZIONI (C.TO TRANSITORIO)", si chiuderà la fattura con un movimento di uscita e la nota di credito con un movimento di entrata; in entrambi i casi si selezionerà Tipo movimento "Pagamento/Incasso".


In Contabilità > Estratto conto selezionare la banca: "COMPENSAZIONI (C.TO TRANSITORIO)"
Premere il tasto Nuova riga
Selezionare Tipo movimento "Uscita" e "Pagamento/Incasso".

Selezionare il termine di pagamento e valorizzare il campo importo per il totale documento 1.220,00
Allocare l'importo sulla fattura da chiudere e premere il tasto "Salva".

Analogamente, registriamo l’incasso della nota di credito indicando come Tipo movimento "Entrata" e "Pagamento/Incasso".

Il risultato delle operazioni descritte saranno due righe di estratto conto. La scheda contabile riporterà i movimenti per “compensazione”.

2. Compensazione fattura e nota di credito il cui saldo è diverso da zero

In questo caso la “compensazione” non chiude a zero la posizione verso il fornitore e nello specifico pagheremo il fornitore con un’uscita.

Ipotizziamo di avere una fattura fornitore con un totale documento di € 427,00 e una nota di credito con un totale documento di € 61,00 euro. Di conseguenza, paghiamo il fornitore a saldo per differenza di € 366,00.

In Contabilità > Estratto conto, selezionare la banca dalla quale effettuo il pagamento.
Selezionare Tipo movimento "Uscita"
Valorizzare il campo importo già al netto della nota di credito per € 366,00.
Valorizzo il campo "Importo allocato" sulla riga della nota di credito per € 61,00. L'importo indicato nella riga della nota di credito viene sommato a quanto indicato nel campo Importo e il risultato della somma si può leggere nel campo Importo restante da allocare.

Valorizzare l’importo allocato sulla riga della fattura.

Il risultato delle operazioni descritte sarà una riga di estratto conto. La scheda contabile riporterà i movimenti per “compensazione”.

Hai trovato la risposta?