Per gli acquisti intracomunitari eseguiti in Italia, il debitore d'imposta è l'acquirente soggetto passivo, l'Iva è dovuta nel paese di destinazione dei beni.

L'Iva relativa agli acquisti intracomunitari, in via generale, non influenza il debito d'imposta, in quanto essa viene registrata a debito e a credito nel medesimo periodo e per lo stesso importo. Ciò non avviene nel caso per il soggetto passivo nazionale l'Iva sugli acquisti in oggetto sia detraibile.

Pertanto al ricevimento della fattura intracomunitaria, la norma prevede che l’acquirente:

- attribuisca un numero progressivo valido per le fatture emesse e un numero progressivo per le fatture di vendita

- integri la registrazione con la relativa iva (o esenzione, non imponibilità, ecc) sia in acquisto che in vendita

- effettui la registrazione sia in acquisto che in vendita entro i termini.

LA CONFIGURAZIONE PREVENTIVA IN STARTY ERP:

ALIQUOTA D’IMPOSTA: dovrà essere una normale aliquota 22%, si consiglia l’utilizzo di una aliquota “22% INTRA CEE” in modo da essere distinta nei report di riepilogo operazioni.

Si consiglia inoltre abbia conti iva dedicati per la rilevazione contabile:

TIPO DOCUMENTO: Configurare (o verificare la presenza) di un tipo documento denominato “Fattura acquisti CEE”. Le caratteristiche salienti nella configurazione di questo documento, ai fini degli automatismi che vedremo a seguire, sono:

Tipo documento base “Fattura fornitore”

Riferimento Tipo Documento base “Fattura Intra-CEE”

Sequenza protocollo CEE: valorizzata. Essa è fondamentale per la numerazione in vendita di questa autofattura!

Sempre nel TIPO DOCUMENTO, ai fini dell’adempimento ESTEROMETRO:

Tipo documento per spesometro “TD10 - Fattura di acquisto intracomunitario di beni”. Nb, sarà in ogni caso considerato la tipologia del prodotto in fattura: TD10 se Articolo, TD11 se Spesa o Servizio.

Incluso nello spesometro: “Si”

REGISTRI IVA: questo tipo documento dovrà essere richiamato in due diversi registri iva, uno degli acquisti e uno delle vendite. Nel registro acquisti entrerà con la “Sequenza protocollo documento”, nel registro vendite entrerà con la “Sequenza protocollo CEE”. La presenza in entrambi i registri di fatto annulla l’iva.

COME REGISTRARE L’OPERAZIONE:

Entrare in Acquisti \ Fattura (Fornitore);

Con il bottone “+” di colore rosso selezionare il tipo documento Fattura acquisti CEE;

Utilizzare il fornitore estero UE, il prodotto adeguato, e il codice iva di cui sopra.

Al completamento della registrazione di questo documento, si noterà che l’iva viene calcolata in addebito e accredito, e con una unica registrazione di fatto, si sarà registrato sia l’acquisto che la vendita (reverse charge), e si troverà cosi automaticamente presente in entrambi i registri iva.

NB.- abbiamo visto l’inserimento di una fattura senza entrata merci e senza ordine. È possibile generare la registrazione ovviamente da ordine e da entrata merci.

Hai trovato la risposta?